Valutazioni del mercato immobiliare

Ricerche e stima delle valutazioni del mercato immobiliare

Definizione del “Valore di mercato”: il valore di mercato è l’importo stimato per il quale l’immobile può essere compravenduto, alla data della valutazione, tra un acquirente ed un venditore, essendo entrambi i soggetti non condizionati, indipendenti e con interessi opposti, dopo un’adeguata attività di marketing durante la quale le parti hanno agito con eguale capacità, con prudenza e senza alcuna costrizione.

Tale mansione è finalizzata allo studio dei più probabili valori di mercato di un determinato immobile nel rispetto dei sistemi più comunemente adottati: valore di costo, valore di mercato, valore di trasformazione, valore complementare, valore di sostituzione.
Tali stime consistono in:

valutazione quantitativa oggettiva della consistenza dell’immobile: misura di superfici e volumi interessati, includendo superfici coperte, scoperte e pertinenze;
individuazione del segmento di mercato su cui si opera, identificando la quotazione al mq, in riferimento ai valori dell’Osservatorio del Mercato Immobiliare dell’Agenzia del Territorio (OMI) e del Borsino Immobiliare;
valutazione dei coefficienti di merito, cioè delle caratteristiche dell’immobile: taglio, livello del piano e categoria catastale. In questa fase vengono anche valutati: posizione, tipo di riscaldamento se presente, luminosità, esposizione, visuale e lo stato di conservazione dell’immobile se da ristrutturare o ristrutturato, ecc…
Nella valutazione di immobili, in funzione della collocazione e della tipologie di immobili, potranno essere scelti alcuni tra i diversi metodi di valutazione, a discrezione, ivi compreso l’IVS (International Valuation Standards).