Pratiche tecnico-amministrative

Pratiche tecnico-amministrative

Rilievo e restituzione grafica di immobili

La rappresentazione grafica di un immobile si rende necessaria ogni qual volta una pratica lo richieda, ovvero per la presentazione di progetti, variazioni catastali, pratiche comunali diverse, quali occupazioni suolo, pratiche edilizie ecc…
L'operazione consiste nel rilievo dello stato dei luoghi, misurazione degli stessi mediante strumenti di misurazione diretta (metro, rotella metrica, distanziometro elettronico con puntatore al laser) e successiva elaborazione grafica eseguita mediate l'utilizzo di programmi di grafica computerizzata (Autocad).
La restituzione grafica avviene solitamente su carta o su CD in formato digitale Dwg, pdf, dxf, jpeg.

Progettazione

La progettazione di un immobile si rende necessaria ogni qual volta si intende realizzare o modificare un immobile o parte di esso.
L'obbiettivo della progettazione, oltre che costituire base per qualsiasi pratica edilizia nel rispetto di un complesso quadro normativo nazionale, serve per fornire al cliente tutta una serie di informazioni in modo chiaro tali da costituire supporto a riflessioni diverse sino al raggiungimento del soddisfacimento delle aspettative. Nel progetto viene studiato lo stile architettonico dell'immobile, le due divisioni interne, le dimensioni dei vani, la scelta dei materiali da impiegarsi, il costo dell'opera con un certo tipo di soluzione ed una moltitudine di ulteriori dati utili a rendere noto all'operatore quello che sarà l'obbiettivo finale ed il modo per conseguirlo.

Elaborazione e presentazione di qualsiasi pratica edilizia

Il D.Lgs n. 380 del 6 giugno 2001 Testo Unico sull'Edilizia, stabilisce a livello nazionale le linee guida che regolamentano tutta l'attività edilizia, demandando a Regioni e Comuni i criteri di attuazione locale.
In relazione al tipo di attività che si intende svolgere e alla zona in cui la stessa è collocata, è necessario procedere con l'elaborazione e la presentazione di una pratica edilizia a tutti gli enti competenti per tale opera: Comuni, sovraintendenza, Regione ecc… per tutte quelle opere che non rientrano nell'attività di edilizia libera.
Tali pratiche si differenziano per campi di applicazione e sono sostanzialmente riconducibili a Comunicazione di Inizio Lavori Asseverata (CILA), Richiesta del Permesso di Costruire e Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA).
Per maggiori approfondimenti si rimanda alla lettura della norma (link).

Elaborazione e presentazione di pratiche autorizzative presso enti diversi

Per l'espletamento di moltissime attività è necessario richiedere delle autorizzazioni particolari, quali occupazione di suolo pubblico (necessario anche quando si tratta di suolo privato gravato da servitù di pubblico passaggio), transiti particolari in deroga al codice della strada, autorizzazione in deroga alle norme concernenti l'inquinamento acustico, autorizzazioni rilasciate da società di pubblico interesse (autostrade, ferrovia, autorità portuali ecc..).
Molto spesso l'espletamento di alcune pratiche edilizie è subordinato all'ottenimento preventivo di tali autorizzazioni che, in caso di diniego, vengono ritenute ostative per la pratica edilizia stessa.

Elaborazione e presentazione di pratiche catastali (Docfa)

Il catasto è l'inventario di tutti i beni immobili, che siano essi terreni o fabbricati, esistenti sul territorio dello Stato, appartenenti a soggetti privati e pubblici.
Il catasto assolve essenzialmente a funzioni fiscali, ma è di notevole utilità anche per fini civilistici quali supporto del servizio di pubblicità immobiliare, progettazione, analisi, studi ecc…e di governo del territorio sia per l'attuazione delle politiche economiche fiscali e sia per la tutela ambientale.
Ciò premesso, la normativa nazionale sancisce l'obbligo di aggiornare il catasto ogni volta che interviene una modifica del bene censito, che può avvenire in seguito ad un frazionamento, unione di immobili, diversa divisione degli spazi interni ecc.., oppure per la modifica del soggetto o dei soggetti intestatari del bene in seguito ad atti di compravendita, successione, donazione ecc…
Tali aggiornamenti sono oggi presentabili su piattaforma informatica dell'Agenzia delle Entrate, mediante l'utilizzo del software (Docfa), da parte di tecnici abilitati.

Consulenze Tecniche di Parte

Nel caso di liti giudiziarie o extragiudiziarie preventive, concernenti beni immobili, spesso è necessario ricorrere ad un tecnico qualificato per l'interpretazione o la definizione di tutti gli aspetti tecnici della questione.
Talvolta tale azione può essere svolta in maniera preventiva volta all'accertamento dello stato di luoghi (Accertamento Tecnico Preventivo ATP); molto più spesso in corso di causa, a supporto delle parti, viene nominato un Consulente Tecnico di Parte (CTP) tenuto a discutere in merito alle argomentazioni tecniche con il Consulente Tecnico di Ufficio (CTU) nominato d'ufficio, al quale il giudice si rivolge per avere il supporto tecnico necessario al fine di poter meglio addivenire ad un giudizio.
Si tratta quindi di un rapporto fiduciario in cui il tecnico dev'essere dotato di approfondite conoscenze tecniche della materia trattata al fine di saper argomentare e proporre eventuali osservazioni al CTU, a supporto e critica delle conclusioni da questo tratte.

Perizie

Nell'ambito delle perizie tecniche di un geometra rientrano tutte quelle attività concernenti valutazioni oggettive inerenti lo stato dei luoghi di beni immobili, valutazioni circa lo stato di conservazione degli stessi, la conformità urbanistica, catastale, le valutazioni concernenti la qualità di un opera eseguita o in corso di esecuzione nel rispetto della buona regola dell'arte, le valutazioni di stima preliminare ad una compravendita, la stima di eventuali danni conseguenti ad azioni diverse.
Di norma in una perizia vengono quindi interpretate le condizioni oggettive in cui versa un determinato bene immobile, le motivazioni che hanno condotto a tela situazione, la determinazione di eventuali concause e propone quindi soluzioni tecniche risolutive e relative stime di valore del bene stesso o del suo intervento di ripristino.