esempi di didattica per competenze

Enogastronomici settore cucinaLaboratorio dei serv. COMPETENZE PROFESSIONALI 1. Enogastronomici settore cucinaLaboratorio dei serv. Analisi, sintesi di testi di diverso genere. Esami di qualifica per il 2012/2013 Modalità di lavoro per la certificazione delle competenze ESEMPIO DI DEFINIZIONE DI OBIETTIVI TRASVERSALI, COGNITIVI E COMPORTAMENTALI NEL PRIMO BIENNIO SINTESI DELLA DIDATTICA PER COMPETENZE (Roberto Carnaccini) “caccia ai tesori” Specificazione delle fasi Unità di apprendimento “I TESORI NASCOSTI... DALLA TERRA ALLA TAVOLA” PRESENTAZIONE PROGRAMMA SEMINARIO “LA DIDATTICA PER COMPETENZE” In base al Regolamento di Riordino degli Istituti Professionali (D.P.R. Queste sono le caratteristiche principali degli ambienti di apprendimento per competenze: Lo studente è al centro dell’azione didattica e assume responsabilità e autonomia nella costruzione del suo apprendimento. Il quadro normative sopra richiamato ha comportato che l’ultima sessione ordinaria di esame per il conseguimento del diploma di qualifica statale si sia svolta al termine dell’a.s. n. 87/2010 (tale possibilità viene comunemente denominata “regime surrogatorio”); la C.M. ĞÏࡱá > şÿ * , şÿÿÿ ! " Interagire e cooperare in funzione degli obiettivi del gruppo Metodologie: Lezioni frontali. Ascolta l’interlocutore e gli risponde in modo pertinente, in ambiti noti e in situazioni prevedibili.Lo studente comprende messaggi di diverso tipo, individuandone significato, scopo e registro. Uno strumento fondamentale: l’unità di apprendimento 22 Alcuni esempi 23 3. Utilizzare e produrre testi multimediali. Riconoscere situazioni problematiche e trovare soluzioni idonee Metodologie: Lezioni dialogate. ISTITUTO COMPRENSIVO “TOMMASO AVERSA” Comunicare per iscritto, anche con strumenti informatici, semplici valutazioni sulle proprie esperienze, anche per e-mail. Creazione di gruppi di lavoro che descrivono in modo corretto il percorso seguito per la risoluzione dei problemi proposti. Comunicare al telefono semplici informazioni. 3^ nota: l’Uda mette in moto processi di apprendimento che non debbono solo rifluire nel “prodotto”, ma fornire spunti ed agganci per una ripresa dei contenuti attraverso la riflessione, l’esposizione, il consolidamento di quanto appreso. Quale dei seguenti utensili utilizzi per impastare con la planetaria Paletta o foglia Gancio o spirale Frusta Paletta forata Quali parametri possono essere impostati in una planetaria Tempo e senso di rotazione; Senso e velocità di rotazione Velocità di rotazione e temperatura dell’impasto Velocità di rotazione e tempo Quando la spia arancione della friggitrice si spegne significa E’ stata interrotta l’erogazione di energia elettrica; L’olio ha raggiunto la temperatura impostata; La friggitrice si è spenta; La temperatura dell’olio si è abbassata; Quando la spia arancione della friggitrice si accende significa La friggitrice è “andata in blocco”; L’olio ha raggiunto un livello di quantità troppo basso; La friggitrice sta riscaldando l’olio; E’ il momento di sostituire l’olio; Predisporre e curare gli spazi di lavoro, eseguendo le operazioni di pulizia, al fine di assicurare il rispetto delle norme igieniche e di contrastare affaticamento e malattie professionali La batteria di cucina dopo l’uso: Va ammucchiata in un angolo del tavolo di lavoro, perché può servire nel servizio successivo; Le casseruole in particolare vanno lasciate coperte sui fuochi spenti; Si lascia dov’è tanto ci pensano gli apprendisti a sbarazzarla; Va sbarazzata immediatamente dopo l’uso. Produrre testi per diversi scopi comunicativi, anche utilizzando a complemento canali e supporti diversi (musica, immagini, tecnologie, web2.0): narrazioni di genere diverso, poesie, soggetti teatrali; testi per convincere (tesi, argomentazioni, pubblicità); esposizioni, relazioni, presentazioni; relazioni tecniche di laboratorio; manuali di istruzioni; regolamenti; lettere non formali e formali per scopi diversi; lettere informali e formali; modulistica.Lo studente redige semplici testi di vario tipo con il supporto di schemi, tabelle, sintesi, scalette. Lezioni interattive. inglesel. Sa trovare strategie di risoluzione per problemi complessi sfruttando competenze provenienti da ambiti diversi (algebriche e geometriche).4Analizzare dati ed interpretarli sviluppando deduzioni e ragionamenti sugli stessi, anche con l’ausilio di interpretazioni grafiche, usando consapevolmente gli strumenti di calcolo e le potenzialità offerte da applicazioni di tipo informaticoSaper raccogliere, organizzare e rappresentare un insieme di dati, anche attraverso l’utilizzo del foglio elettronico; saper leggere ed interpretare tabelle e grafici, riconoscendo le relazioni tra le variabili.Lo studente sa leggere ed interpretare una tabella contenente dati di varia natura. inserzioni, pubblicità, posta al direttore ecc.) Lavoro di gruppo: sulla base di materiali selezionati,(es: documenti aziendali) riconoscere le caratteristiche fondamenti delle attività socio-economiche del territorio, riportando i risultati con strumenti multimediali. A: Traguadi formativi COMPETENZA CHIAVE EUROPEA IMPARARE A IMPARARE FONTI DI LEGITTIMAZIONE Raccomandazione del Parlamento Europeo e del Consiglio 18.12.2006 Raccomandazione del Parlamento Europeo e del Consiglio 23.04.2008 D.M.139/2007 Regolamento e Linea guida Istituti Tecnici e Professionali 2010 COMPETENZE SPECIFICHE ABILITA’CONOSCENZE Acquisire e interpretare l’informazione Individuare collegamenti e relazioni Organizzare il proprio apprendimento, individuando, scegliendo ed utilizzando varie fonti e varie modalità di informazione e di formazione (formale, non formale ed informale), anche in funzione dei tempi disponibili, delle proprie strategie e del proprio metodo di studio e di lavoro Ricavare da fonti diverse (scritte, Internet …..), informazioni utili per i propri scopi (per la preparazione di un’esposizione o per sostenere il proprio punto di vista) Confrontare le informazioni provenienti da fonti diverse; selezionarle criticamente in base all’attendibilità, alla funzione, al proprio scopo Leggere, interpretare, costruire grafici e tabelle; rielaborare e trasformare testi di varie tipologie partendo da materiale noto, sintetizzandoli anche in scalette, riassunti, mappe Applicare strategie di studio, come il PQ4R: lettura globale; domande sul testo letto; lettura analitica, riflessione sul testo; ripetizione del contenuto; ripasso del testo Collegare le nuove informazioni con quelle pregresse Descrivere le proprie strategie e modalità di apprendimento Regolare i propri percorsi di azione in base ai feed back interni/esterni Utilizzare strategie di autocorrezione Mantenere la concentrazione sul compito per i tempi necessari Progettare, monitorare e valutare un proprio percorso di studio/lavoro ( pianificare), tenendo conto delle priorità, dei tempi, delle risorse a disposizione Correlare conoscenze di diverse discipline costruendo quadri di sintesi e collegarle all’esperienza personale e professionale; individuare nessi causa/effetto, premessa/conseguenza; collegamenti concettuali Contestualizzare le informazioni provenienti da diverse fonti e da diverse aree disciplinari ai campi professionali di riferimento; utilizzare le informazioni nella pratica quotidiana e nella soluzione di problemi Organizzare le informazioni ai fini della diffusione e della redazione di relazioni, report, presentazioni, utilizzando anche strumenti tecnologiciMetodologie e strumenti di ricerca dell’informazione: bibliografie, schedari, dizionari, indici, motori di ricerca, testimonianze, reperti Metodologie e strumenti di organizzazione delle informazioni: sintesi, scalette, grafici, tabelle, diagrammi, mappe concettuali Leggi della memoria e strategie di memorizzazione Stili cognitivi e di apprendimento; strategie di studio Strategie di autoregolazione e di organizzazione del tempo, delle priorità, delle risorse Sez. Huzzaz; Follow. Produzione guidata di mappe e schemi. Integrare le competenze professionali orientate al cliente con quelle linguistiche, utilizzando le tecniche di comunicazione e relazione per ottimizzare la qualità del servizio e il coordinamento con i colleghi. Usare un software per la videoscrittura per produrre testi di varia natura formattandoli opportunamente a seconda della loro destinazione d’uso (relazioni, dèpliant, lettere, diari, elenchi, sommari …). Check out my latest presentation built on emaze.com, where anyone can create & share professional presentations, websites and photo albums in minutes. n. 87/2010-a.s. 2012/2013 esame di qualifica professionale statale in regime surrogatorio – NOTA MIUR 245 del 31/01/2013. No, ognuna deve essere messa in contenitori separati e conservata a temperatura idonea Si basta metterla in congelatore no, in quanto i prodotti crudi devono rimanere in frigo, quelli cotti in dispensa Si per non più di 24 ore Le temperature di refrigerazione dei prodotti deperibili di origine animale sono: 0 – 4 °C 2 – 6 °C 4 – 8 °C 18-20 La cella per la frutta e verdura richiede una temperatura compresa tra 5-7°C 0-2°C 2-4°C 4-5°C La cella per i cibi cotti deve avere una temperatura compresa tra 5-7°C 0-2°C 2-4°C 4-5°C La cella per il pesce richiede una temperatura di 5-7°C 0°C 2-4°C 4-5°C Una cottura è completa e sicura se gli alimenti di origine animale raggiungono in ogni loro parte almeno la temperatura di: 60 °C 75 °C 90 °C 100 °C Scegliere e preparare le materie prime e i semilavorati secondo gli standard di qualità definiti e nel rispetto delle norme igienico-sanitarie vigenti; I bastoncini ottenuti con il taglio a julienne devono essere: Lunghi 2 cm e con sezione di 2 mm Lunghi4-5 cm e con sezione di 2 mm Lunghi 4-5 cm e con sezione di 4-5 mm Lunghi 4-5 mm e con sezione di 2 cm Qual è il taglio che si ottiene formando dei dadi di 4-5 mm per lato? Sa proporre e sostenere le proprie opinioni e assumere autonomamente decisioni consapevoli1 Utilizzare le tecniche e le procedure del calcolo aritmetico e algebrico, rappresentandole anche sotto forma graficaComprensione del significato logico-operativo di numeri appartenenti ai diversi insiemi numerici e capacità di applicare le regole di calcolo in ambito aritmetico e algebrico. Prende decisioni essenziali e ponderate. Sorvegliare il lavoro di routine di altri, assumendo una certa responsabilità per la valutazione e il miglioramento di attività lavorative o di studioConosce alcuni canali di informazione/istruzione e delinea un piano di studio essenzialmente sui compiti scolastici Studia le pagine del manuale seguendo le indicazioni, svolge brevi consultazioni, legge l’indice per trovare i capitoli Dimostra di organizzare il proprio apprendimento secondo strategie non sistematiche e non intenzionali Riconosce alcuni propri punti di forza e di debolezza Accede ad alcune fonti d’informazione seguendo suggerimenti dell’insegnante Coglie informazioni e individua i collegamenti più evidenti Mette a confronto informazioni, distinguendo quelle oggettive da quelle soggettive e riconducendole ad un criterio comune, con l’aiuto di schemi e domande stimolo dell’insegnante Sulla base di informazioni ricevute perviene ad una valutazione essenziale Si muove alla ricerca nel web interattivo (web2.0) e sviluppa un argomento attenendosi alla traccia guidata Conosce attraverso quali canali (agenzie e autoapprendimento) può imparare e si dà un piano di studio comprendente anche un argomento ulteriore rispetto a quelli scolastici Consulta e studia il manuale con metodo, legge l’indice per conoscere le componenti del libro Organizza il proprio apprendimento per gli aspetti più rilevanti con strategie essenziali Sa riconoscere i propri punti di forza e debolezza e riesce ad agire tenendone conto, anche se in modo non continuo Accede ad alcune fonti di informazione secondo la loro specificità in base ai propri bisogni e/o interessi Comprende il significato essenziale di ciascuna informazione acquisita Mette a confronto le informazioni seguendo essenziali criteri di uniformità, distinguendo quelle oggettive da quelle soggettive e valutandone sommariamente l’utilità Sulla base di alcune informazioni ricevute, ordinate e selezionate, formula un giudizio personale semplice Si serve delle informazioni acquisite per gestire situazioni risolvere semplici problemi in contesti noti e con l’aiuto di altri Si muove alla ricerca nel web interattivo (web2.0) per soddisfare qualche curiosità Riconosce i vari canali di apprendimento e sa individuare quello più idoneo per il raggiungimento del proprio obiettivo, delinea un piano di studio con più temi ed argomenti ulteriori rispetto a quelli scolastici Consulta e studia il manuale con metodo, legge l’indice in modo mirato Organizza il proprio apprendimento in modo efficace, in un’adeguata unità di tempo, utilizzando strategie efficaci È’ consapevole dei propri punti di forza e di debolezza e sa agire con strategie opportune Accede alle fonti d’informazione necessarie in modo mirato ed efficace soddisfacendo i propri bisogni Comprende gli aspetti significativi delle informazioni acquisite Mette a confronto diverse informazioni secondo pertinenti criteri di uniformità, sia distinguendo quelle oggettive da quelle soggettive sia valutandone utilità e attendibilità Servendosi di tutte le informazioni raccolte e selezionate formula un giudizio personale articolato Si serve delle informazioni acquisite per gestire situazioni e risolvere problemi in contesti noti e prevedibili Utilizza con curiosità e con metodo il web interattivo (web2.0) per accrescere la sua conoscenza nei diversi ambiti del sapere e per contribuire al suo arricchimentoRiconosce i vari canali di apprendimento e sa individuare quello più idoneo per il raggiungimento del proprio obiettivo, delinea un piano di studio ricco e caratterizzato da vari interessi personali Consulta e studia il manuale con metodo e consapevolezza, legge l’indice in modo mirato ed efficace, per effettuare scelte di approfondimento Organizza il proprio apprendimento in modo efficace, con un’adeguata gestione del tempo, utilizzando strategie efficaci ed appropriate agli scopi È’ consapevole dei propri punti di forza e di debolezza e sa attivarsi per ottimizzarli nell’apprendimento e nell’azione Accede alle svariate fonti di informazione, discriminandole in modo autonomo e consapevole Comprende le informazioni – anche complesse – in tutti i loro dettagli e sa trovare collegamenti tra i significati di informazioni provenienti da diverse fonti Mette a confronto svariate e complesse informazioni secondo raffinati criteri di uniformità, distinguendo quelle oggettive da quelle soggettive, valutando pienamente utilità e attendibilità, elaborando indicazioni operative in vista del loro effettivo utilizzo Raccoglie e seleziona informazioni spontaneamente e/o in situazioni nuove al fine di formulare un giudizio personale motivato ed originale Si serve delle informazioni acquisite per gestire situazioni e risolvere problemi in contesti nuovi, dando anche istruzioni ad altri Utilizza con notevole curiosità e con attenzione metodologica il web interattivo (web2.0) per individuare autonomamente nuove conoscenze nei diversi ambiti del sapere e per contribuire al suo arricchimento E)CORRISPONDENZA COMPETENZE E.1) MATERIE CLASSI TERZE ISTITUTO PROFESSIONALE “SERVIZI PER L’ENOGASTRONOMIA E L’ OSPITALITA’ ALBERGHIERA” ARTICOLAZIONE ACCOGLIENZA TURISTICA COMPETENZE -DISCIPLINEitalianostoriaMatematical. Solo se sollecitato ricerca informazioni / dati ed elementi che caratterizzano il problema0Superamento delle crisiNei confronti delle crisi l’allievo mette in atto alcune strategie minime per tentare di superare le difficoltà0SocialeRispetto dei tempiL’allievo ha impiegato in modo efficace il tempo a disposizione pianificando autonomamente le proprie attività e distribuendole secondo un ordine di priorità.0Cooperazione e disponibilità ad assumersi incarichi e a portarli a termine Nel gruppo di lavoro è discretamente disponibile alla cooperazione, assume incarichi , e li porta a termine con un certo senso di responsabilità0PraticaPrecisione e destrezza nell’utilizzo degli strumenti e delle tecnologie Usa strumenti e tecnologie al minimo delle loro potenzialità0FunzionalitàIl prodotto è funzionale secondo i parametri di accettabilità piena0CognitivaUso del linguaggio settoriale-tecnico- professionaleHa un linguaggio ricco e articolato, usando anche termini settoriali - tecnici – professionali in modo pertinente0Completezza, pertinenza, organizzazioneNel gruppo di lavoro è disponibile alla cooperazione, assume volentieri incarichi , che porta a termine con notevole senso di responsabilità0Capacità di trasferire le conoscenze acquisiteTrasferisce saperi e saper fare in situazioni nuove, adattandoli e rielaborandoli nel nuovo contesto, individuando collegamenti0Ricerca e gestione delle informazioniRicerca, raccoglie e organizza le informazioni con attenzione al metodo. Per cotture per ebollizione No, serve a cuocere i cibi in poca sostanza grassa. Prevede compiti sempre reali (o simulati) e relativi prodotti che i destinatari sono chiamati a realizzare. “Abilità” : indicano le capacità di applicare conoscenze e di usare know-how per portare a termine compiti e risolvere problemi; le abilità sono descritte come cognitive (uso del pensiero logico, intuitivo e creativo) e pratiche (che implicano l’abilità manuale e l’uso di metodi, materiali, strumenti). Lezioni frontali. Insegnare nella scuola primaria. I microrganismi patogeni: Sono a forma di vibrione; Provocano una malattia; Sono tipici della carne; Sono microrganismi utili. Compilare delle griglie dove si inseriscono relazioni tra le informazioni fornite e le informazioni necessarie per risolvere un problema. 500 g farina 00 “rinforzata”, 25 g di lievito di birra, 2 uova, 0,5 dl di acqua; 10 g di sale fino. Dopo un’introduzione sulla strategia dell’autovalutazione, quanto mai attuale negli scenari didattici, ci soffermeremo su altre sperimentazioni esaminando in dettaglio fasi, tool e webapp. 1 D.M. Raccolta di domande. in ambito personale, scolastico) su argomenti noti. Esperto esterno: prof. Alessandro Greco. Lo studente comprende, anche nei dettagli, le informazioni contenute in testi orali e scritti su argomenti familiari o usuali. s. 20120/2021. Argomenta sostenendo il proprio punto di vista e rispondendo in modo pertinente alle sollecitazioni degli interlocutori. Conduce indagini utilizzando carte tematiche dalle quali trae semplici indicazioni: aree a valenza ambientale; aree socio-economiche (aggregati urbani); orientamento ed esposizione.Lo studente conduce analisi compiute sulle valenze del sito individuando le aree proponibili e utilizza la tecnica delle intersezioni per specificare la zona di intervento di trasformazione di minor pregiudizio. Lo studente è in grado di rappresentare punti e rette nel piano cartesiano e di interpretare graficamente la risoluzione di equazioni e sistemi lineari.2 Confrontare ed analizzare figure geometriche, individuando invarianti e relazioniConoscere e individuare, anche in casi reali di facile leggibilità, i principali enti, figure e luoghi geometrici, sapendo individuare le proprietà essenziali delle figure.Lo studente conosce e sa operare con gli enti fondamentali della geometria euclidea e distingue il concetto di assioma dal concetto di teorema. 4. franc/tedeReligioneScienzemotorieScienza e cultura dell’ alimentazioneDiritto e tecniche amministrative della struttura ricettivaLaboratorio dei serv. 2011/2012 ai percorsi sussidiari di Istruzione e. Cosa sono le competenze? Comprende i messaggi dell’interlocutore in modo parziale, se guidato. Lo studente rileva autonomamente nei testi informazioni esplicite ed implicite individuando nessi. Descrivere, valutare, certificare i risultati di apprendimento. 1 D.M. Leggere brevi testi nei quotidiani (es. Azione B1: Percorso formativo sulle metodologie didattiche in lingua madre Insegnare nella scuola primaria. Looks like you’ve clipped this slide to already. inglesel. significa: Di pronto intervento Dispositivi di protezioneindividuale Dinamica potenziale inversa Decreto presidenziale interministeriale Per sollevare un peso occorre: Piegare la schiena tenendo le gambe dritte; Piegare le ginocchia tenendo le schiena dritta; Prendere il peso di lato; Piegare le ginocchia, mantenendo però anche la schiena piegata. seleziona libri in biblioteca e materiale in Internet. Now customize the name of a clipboard to store your clips. Attuare strategie di pianificazione, compensazione, monitoraggio per ottimizzare la produzione di beni e servizi in relazione al contesto. Metodologie: Lezione stimolo. Traduzioni in contesto per "competenze didattiche" in italiano-inglese da Reverso Context: Durante il periodo della realizzazione del progetto, studenti e insegnanti hanno potuto incrementare le loro competenze didattiche attraverso la partecipazione a sessioni di formazione accreditate dal Ministero dell'educazione albanese. Pertanto le importanti trasformazioni istituzionali in atto richiedono e provocano, a un tempo, un rovesciamento di orientamenti, modi di vedere e di progettare. 1^ nota: il linguaggio deve essere accessibile, comprensibile, semplice e concreto. 3-apr-2017 - La costruzione del curricolo per competenze Pillole di didattica per progettare compiti significativi, unità di apprendimento e prove esperte 15 Gennaio 2014 Relatore: Franca Da Re Dalla progettazione didattica all'attività in sezione. Il presente contributo vuole supportare l’approccio formativo basato sulla didattica orientata ai problemi come efficacie modalità per innovare i processi di apprendimento e … Individua gli aspetti essenziali dell’iterazione uomo-ambiente in contesti noti. L'UdA "Campagna per il lancio di uno snack alternativo" è rivolta ad allievi delle classi II e coinvolge insegnanti di: italiano, scienze integrate, religione, economia aziendale, lingue, matematica e informatica.L’Uda prevede dei compiti/problema che richiedono agli studenti competenze che ancora non possiedono, ma che possono acquisire autonomamente. Con i tuoi alunni sei: Con i tuoi colleghi sei: La competenza che maggiormente possiedi è: La competenza di cui senti la mancanza è: Autorevole Collaborativo Padronanza della disciplina Padronanza della disciplina Disponibile Indifferente Leadership Leadership Entusiasta Entusiasta Competenze tecnologiche Competenze tecnologiche Preparato Generoso Spirito di collaborazione Spirito di collaborazione Attento Intraprendente Competenze relazionali Competenze … Può avere un’ampiezza massima (tutti i docenti del C.D.C. Collabora e partecipa attivamente e con apporti personali di rilievo al lavoro di gruppo. CHE COSA È LA DIDATTICA PER COMPETENZE. In questa pagina troverai gli esempi di unità di apprendimento per la scuola secondaria da utilizzare liberamente. Realizzare, sulla base di materiali forniti dal docente, mappe concettuali per confrontare gli aspetti rilevanti delle diverse civiltà a seconda delle differenze/analogie nelle loro strutture. C.3 Certificazione delle competenze di base acquisite nell’assolvimento dell’obbligo d’istruzione ASSE SCIENTIFICO – TECNOLOGICO (all. Sa proporre e sostenere le proprie opinioni e assumere autonomamente decisioni consapevoli.1.Osservare, descrivere ed analizzare fenomeni appartenenti alla realtà naturale e artificiale e riconoscere nelle varie forme i concetti di sistema e di complessità. valutazione e didattica delle competenze Quella dovuta a frammenti di sostanze non alimentari presenti negli alimenti Quella dovuta a sostanze chimiche Quella dovuta a cattiva qualità dell’alimento Quella provocata da microorganismi Un tipico caso di contaminazione crociata avviene quando Si usa lo stesso tagliere per alimenti diversi Una mosca si posa sugli alimenti Quando la frutta è contaminata da antiparassitari Quando rimangono dei frammenti di guscio d’uovo nella maionese Quali sono i prodotti maggiormente responsabili delle MTA Riso, pasta, farina Pomodori, fragole, germogli di soia Uova, carne, pesce Sale, zucchero, pepe E’ possibile conservare assieme derrate alimentari cotte e crude? Collegare le nuove informazioni con le informazioni pregresse Metodologie: Brainstorming. Monitoraggio e raccolta dati riguardanti il clima dell’ambiente locale (umidità relativa, temperatura media, escursione termica (diurna e annuale), ecc. Ogni UdA deve mirare almeno una competenza tra quelle presenti nel repertorio di riferimento. Rielabora in modo personale i dati raccolti e relaziona in modo documentato, corretto ed esauriente.2. Lo studente è in grado di rappresentare punti e rette nel piano cartesiano e di interpretare graficamente le soluzioni di un’equazione lineare.Lo studente conosce le regole di calcolo aritmetico e algebrico ed è in grado di applicarle correttamente nella semplificazione di espressioni complesse; risolve con notevole rapidità equazioni di primo grado, equazioni frazionarie e sistemi di equazioni lineari,riconoscendo i casi di indeterminatezza ed impossibilità. Obiettivo B: Migliorare le competenze del personale della scuola e dei docenti n. 139/2007) COMPETENZE COMPITI LIVELLO BASE lo studente svolge compiti semplici in situazioni note, mostrando di possedere conoscenze ed abilità essenziali e di saper applicare regole e procedure fondamentali LIVELLO INTERMEDIO lo studente svolge compiti e risolve problemi complessi in situazioni note, compie scelte consapevoli, mostrando di saper utilizzare le conoscenze e le abilità acquisite LIVELLO AVANZATO lo studente svolge compiti e problemi complessi in situazioni anche non note, mostrando padronanza nell’uso delle conoscenze e delle abilità. COLLABORARE E PARTECIPARE 1. 10 esempi di UdA per competenze corredate da compiti di realtà [Carlini, Antonia] on Amazon.com.au. Realizzare la visita ad un luogo di valore artistico/ambientale del proprio territorio e preparare un semplice itinerario. Conosce gli enunciati dei criteri di congruenza tra triangoli, del teorema di Pitagora e dei teoremi di Euclide, ed è in grado di applicarli in semplici contesti.Lo studente conosce e sa operare con gli enti fondamentali della geometria euclidea e distingue il concetto di assioma dal concetto di teorema; comprende e riconosce, anche nel linguaggio naturale, la struttura logico-deduttiva di un teorema ed è in grado di ripercorrere, guidato, i principali passaggi di una dimostrazione. Leggere e comprendere le informazioni principali da un articolo relativamente a persone, città , stati ecc. Qual è la principale funzione dei glucidi Regolatrice; Protettiva; Plastica; Energetica Realizzare la preparazione di piatti semplici, secondo gli standard di qualità definiti e nel rispetto delle norme igienico-sanitarie vigenti Per la salsa di pomodoro si deve: Imbiondire cipolla e aglio, unire il pomodoro, cuocere e aggiungere del basilico Mettere il pomodoro in una pentola e cuocerlo, poi unire il basilico Asciugare il pomodoro in forno e poi cuocerlo in una casseruola Frullare i pelati e condire con sale e pepe Secondo la regola generale, per cuocere 1 kg di pasta occorrono: 2 l di acqua 5 l di acqua 10 l di acqua 20 l di acqua Per gli gnocchi di semolino alla romana, per ogni litro di latte si usano circa: 100-120 g di semolino 200-250 g di semolino 300-320 g di semolino 400-500 g di semolino Nella preparazione del risotto, per ogni chilo di riso occorrono circa: 1 l di brodo 2 l di brodo 3,5 l di brodo 5 l di brodo Nel risotto la mantecatura consiste nel: Versare il riso sul fondo di burro e cipolla e mescolare bene Bagnare il riso con vino bianco e fare evaporare Aggiungere burro freddo al termine della cottura e mescolare Mescolare bene il risotto prima di servirlo Il contenitore di cottura più adatto per fare un risotto è: Tegame Casseruola bassa Pentola Padella Nella pasta all’uovo, per ogni chilo di farina si impiegano: 4 uova 6 uova 10 uova 10 tuorli La cottura glassata delle verdure si effettua con i seguenti ingredienti: Ortaggio, acqua, burro, sale e zucchero Ortaggio, olio o burro, sale Ortaggio, fondo bianco, mirepoix Ortaggio e olio per friggere Le proporzioni della pasta brisée sono: 500 g farina 00 piatta, 250 g burro, 2 uova, 0,5 dl di acqua; 10 g di sale fino. Didattica per competenze.Didattica per competenze... ma che cos'è?.Discipline e competenze. Compone semplici testi scritti su argomenti di carattere familiare con lessico, grammatica e sintassi elementare. COSA SONO LE RUBRICHE VALUTATIVE? Individua gli aspetti dell’iterazione uomo-ambiente in contesti noti e non, in modo autonomo. Insegnare nella scuola dell'infanzia. Siamo nella metà degli anni ’90 quando nel Libro bianco sull’istruzione e formazione a cura di Edith Cresson, allora Commissario Europeo con delega alla scienza, ricerca ed educazione, viene scritto: Un’idea rivoluzionaria, che sposta l’obiettivo della scuola dalle conoscenze alle competenze, come auspica anche il pedagogista Grant Wiggins, che afferma: L’idea di competenza deriva dal settore lavorativo, in cui indica le potenzialità, le risorse che l’individuo può impiegare nella professione: una ba…

Ralph Spaccatutto 2, La Tempesta Shakespeare Pdf Gratis, Denunciare Un Datore Di Lavoro A Londra, Dogo Canario Nero, Incidente Mortale Roma Oggi, Progettare Casa Online Gratis, Indirizzo Comune Di Salemi, Costa D'avorio Consigli,